Avvicinarsi al cambiamento

trasformazione e cambiamento

Secondo l’antica tradizione i momenti magici per eccellenza sono quelli di “passaggio” tra uno stato e l’altro, come il giorno che diventa notte, così l’aurora e il crepuscolo hanno in sè un che di esclusivo e misterioso che pare sfuggire all’umana comprensione. Del resto sono questi i momenti di grande phatos e allo stesso modo di arcano cambiamento e opposizione anche se avvengono in maniera soffusa. Lo spazio di transizione è terra di nessuno, terra di mezzo, è il mondo dei segreti della luce, il luogo delle possibili manifestazioni altre…dove la sensitività sussulta. In quei momenti, nel fluire del tempo ordinario, inconsapevolmente o consapevolmente entriamo in contatto con le nostre funzioni trascendenti e la nostra anima vibra.

Tutte le cose hanno un loro movimento, una loro vibrazione, una loro frequenza. Tutto è formato da atomi che vibrano danzando. Quando due “cose” vibrano alla stessa intensità e frequenza, vibrano all’unisono e questo fenomeno universale è chiamato risonanza. Quando due oggetti o due esseri viventi entrano in risonanza tra loro vi è il massimo scambio di energia, i livelli più profondi comunicano tra loro. Questo significa entrare in una dimensione altra, in un campo di coerenza, dove si realizza uno stato di trascendenza.

Il sole e la terra entrano in risonanza quattro volte l’anno.:

Nei giorni attorno al 21 giugno – solstizio d’estate ( il giorno più lungo dell’anno)

Nei giorni attorno al 22 dicembre – solstizio d’inverno (il giorno più corto)

Nei giorni attorno al 21 marzo – equinozio di primavera ( parità tra notte e giorno)

Nei giorni attorno al 22 settembre – equinozio d’autunno ( parità tra notte e giorno)

 In questi determinati momenti la conduttività dell’atmosfera terrestre è maggiore e favorisce la trasmissione delle vibrazioni.. Tradizionalmente i migliori momenti sono l’alba e il tramonto.

Esiste un rapporto di risonanza tra vibrazioni  generate al crepuscolo o al sorgere del sole con l’essere che raccoglie se stesso  e recita la sua preghiera o entra in stato meditativo in quei precisi momenti. Sono istanti che consacrano la magia dell’esistenza.

Ad ogni pensiero emaniamo vibrazioni, ossia come onde radio creiamo strutture di pensiero che si espandono nell’atmosfera. Sono il sacro che si manisfesta.

Per poter sostare nella trascendenza è necessario mantenere uno stato di ascolto fluttuante, sospenendosi in equilibrio tra gli opposti.  E’ esplorare ed esercitare la capacità di galleggiare fra ciò che si “sente” e ciò che si “pensa”, fra la percezione sensibile e l’intuizione.

La possibilità che ci viene indicata per mantenere l’equilibrio è diventare consapevoli del proprio stato d’essere…in ogni momento dopo momento.

Questo è un principio assai semplice ma al tempo stesso complesso da realizzare; la pratica, mantenere l’intenzione costante che diventa gesto volontario, ci aiuta nella realizzazione.

 I pitagorici sostenevano che l’armonia o la proporzione altro non è che l’unità dei contrari in quanto contrari. Non c’è armonia là dove si fa violenza ai contrari per accostarli; neppure là dove li si mescola. E’ opportuno trovare il punto della loro unità. Contemplare la cosa che suscita l’emozione, qualunque essa sia, finchè non si giunge al punto segreto in cui dolore e gioia, nella forma più pura, diventano una sola e medesima cosa…è la virtù stessa dell’inconsueto, dell’imprevisto, della meraviglia…della poesia.

Tutte le cose dell’universo sono rappresentate da dualismi, tutto si manifesta sotto forma di opposti, ma tutto è  equilibrio

ed armonia.

buona vita

Franco H. Mignone

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...